Archivio mensile:febbraio 2007

LA CHIMERA di Sebastiano Vassalli

Il libro “La Chimera” è ambientato nel periodo storico che va dal 1590 al 1610. E’ la storia di una ragazza di nome Antonia che per colpa della sua passione d’amore (rivolta per altro alla persona sbagliata) dei pregiudizi, dell’invidia della gente e soprattutto per colpa della follia della chiesa di quell’epoca è stata processata ingiustamente e poi uccisa sul rogo come strega.                    

< Le passioni, le colpe, i delitti dell’umanità restano fissati per sempre.> Carlo Bo

< …Forse c’è ancora da rendere conto di un personaggio di questa storia, in nome del quale molte cose si dissero e molte altre si compirono, e che in quel nulla fuori della mia finestra è assente come è assente ovunque, o forse è lui stesso il nulla, chi può dirlo! E’ lui l’eco di tutto il nostro vario gridare, il vago riflesso d’una nostra immagine che molti, anche tra i viventi di quest’epoca, sentono il bisogno di proiettare là dove tutto è buio, per attenuare la paura che hanno del buio. Colui che conosce il prima e il dopo e le ragioni del tutto e però purtroppo non può dircele per quest’unico motivo, così futile!: che non esiste. Come scrisse un altro poeta di questo secolo ventesimo:”Questi, che qui approdò, / fu perché non era esistente. / senza esistere ci bastò. / Per non essere venuto venne / e ci creò.” > Sebastiano Vassalli

Annunci

A Lavoro!

Un po’ di giorni fa il mio capo mi chiama e mi fa vedere un foglio con scritto:

REGOLAMENTO

  1. Gli impiegati dell’ufficio devono scopare i pavimenti ogni mattina, spolverare i mobili,gli scaffali e le vetrine.
  2. Ogni giorno devono riempire le lampade a petrolio, pulirne i cappelli e regolare gli stoppini, e una volta la settimana dovranno lavare le finestre.
  3. Ciascun impiegato dovrà portare un secchio d’acqua e uno di carbone per le necessità della giornata.
  4. Tenere le penne con cura; ciascuno può fare la punta ai pennini secondo il proprio gusto.
  5. Questo ufficio si apre alle sette del mattino e si chiude alle otto della sera, eccettuata la domenica, nel quale giorno resterà chiuso. Ci si aspetta che ciascun impiegato passi la domenica dedicandosi alla chiesa contribuendo liberamente alla causa di Dio.
  6. Gli impiegati uomini avranno una sera libera alla settimana a scopo di svago, o due sere libere se vanno regolarmente in chiesa.
  7. Dopo che un impiegato ha lavorato tredici ore in ufficio, dovrà passare il rimanente tempo leggendo la bibbia o altri libri.
  8. Ciascun impiegato dovrà mettere da parte una somma considerevole della sua paga per gli anni della vecchiaia, in modo che egli non diventi un peso per la società.
  9. Ogni impiegato che fuma sigari spagnoli,  faccia uso di liquori in qualsiasi forma, frequenti biliardi o sale pubbliche, o vada a radersi dal barbiere, ci darà una buona ragione per sospettare del suo valore, delle sue intenzioni, della sua integrità e onestà.
  10. L’impiegato che avrà svolto il suo lavoro fedelmente e senza errori per cinque anni, avrà un aumento di paga di cinque centesimi al giorno ammesso che i profitti della ditta lo permettano.

Meno male che i tempi son cambiati gli ho risposto, e ho fatto uno dei miei soliti sorrisi!!!